3

Il vero fallimento della vita umana non è la malattia, la pigrizia o l'inettitudine. Beati siano coloro che non vogliono fare niente, ché hanno inteso che la vita non può offrire nulla se non tempo vuoto, e non merita la fatica degli uomini. Siano maledetti gli idolatri del denaro e del lavoro, i nuovi teologi di questa società senza Dio, questi mistici della banconota, questi nunzi evangelici dell'operosità. Da parte mia ho imparato a disprezzare il lavoro, ed è una fonte di disperazione inesauribile il non potersi sottrarre al suo ricatto, se non pagando un prezzo che non basterebbero mille beatitudini a colmarlo.